a
ABR is a unique therapy which rebuilds the strength, structure and function of the body.
+32 (0)11 87 45 47
info@abrtherapy.com

Post correlati

Blog

Il collo conta!

 


Autore: Roeland Vollaard, fisioterapista e iniziatore di “Classe su Ruote” ad Alkmaar, Paesi Bassi
Tradotto da Eleonora Cecchin.

 

L’argomento di questo post del blog di ABR è il collo: l’importante connessione tra la nostra testa e il resto del nostro corpo. Il collo è come un’autostrada molto trafficata fatta di nervi, vasi sanguigni e anche di muscoli che fanno sì che noi possiamo tenere la testa dritta e riusciamo ad orientarci.

La funzione e la struttura del collo dei nostri ragazzi sono limitate. A volte anche di molto. Ecco perché ABR lavora sul collo dei nostri ragazzi con diverse tecniche, quali esercizi con gli “ovetti”, esercizi per la parte alta delle spalle ed esercizi con il “bastoncino” alla base del cranio. Lo scopo di questi esercizi è quello di migliorare l’importante connessione che esiste tra la testa e il torace.

 

 

La settimana scorsa ho letto un articolo scientifico(1) che sottolinea l’importanza di ciò. Per prima cosa vorrei discutere la prima immagine di questo articolo(2) che mostra molto bene il “traffico” che abbiamo nel collo. Potete vedere i muscoli del collo più profondi (in rosso) che fanno sì che noi possiamo girare il collo in tutte le direzioni. Per renderli più visibili, la pelle, il tessuto connettivo e i muscoli del collo più grandi sono stati rimossi o messi da parte. Visibili sono anche le protuberanze vertebrali attraverso le quali i vasi sanguigni scorrono in modo sicuro. (La spina dorsale è infossata nella cavità vertebrale, pertanto non è visibile).

Nel cerchio accanto all’immagine del collo, gli autori hanno evidenziato qualcosa di speciale. È la diretta connessione di tessuto connettivo tra i piccoli muscoli del collo e la membrana attorno alla spina dorsale (a). È stato recentemente scoperto che esiste questa connessione anatomica tra l’esterno del nervo del collo e i piccoli muscoli del collo e si è dibattuto su quale possa essere la sua funzione.

 

 

Questa è un’altra immagine dell’articolo(2) che voglio discutere con voi. È una sezione trasversale del collo a livello della seconda vertebra cervicale (C2). Potete vedere i muscoli del collo colorati di rosso che si estendono tra le protuberanze laterali e posteriori delle vertebre del collo. Si vedono anche le lettere MDB presenti sulla struttura del tessuto connettivo che connette i muscoli del collo con la membrana attorno alla spina dorsale. (MDB sta per Ponte Miodurale, dall’inglese “Myo-dural Bridge”).

 

 

Interessante… Ma perché?

Fino a poco tempo fa si pensava che i muscoli, i nervi, i vasi sanguigni e qualsiasi altra struttura del nostro corpo fossero separati gli uni dagli altri, e che, pertanto, non potessero influenzarsi a vicenda. ABR da molto tempo la pensa diversamente e adesso sembra che ciò sia anche corroborato da immagini e ricerche scientifiche. ABR vede il corpo e tutto ciò che c’è al suo interno come un sistema coerente e i miglioramenti a una struttura, in questo caso il tessuto connettivo, hanno conseguenze su ogni altro tipo di struttura.

Dopo aver letto questo articolo, appare plausibile che se si lavora con la tecnica ABR sul collo, ad esempio, migliorerò quel “ponte tra i muscoli e i nervi”. Pertanto, ciò influenzerà positivamente anche la funzione di quei muscoli e qui nervi. Come conclude anche l’articolo scientifico menzionato: “se questo sistema coerente non funziona adeguatamente, può avere conseguenze anche in come cambia il flusso del liquido cerebro-nervoso, sulla funzione neurologica stessa, mal di testa di causa cervicale, e altri disturbi di ordine neurologica”.

Ci sono grosse possibilità che per i nostri ragazzi ci sia molto da fare in quest’area. E se ABR ha un’influenza positiva su questo, allora ABR può essere molto importante per loro! Le persone con mal di testa molto forti che derivano da un irrigidimento dei muscoli del collo possono facilmente confermarvelo…

 

Roeland Vollaard
www.klasopwielenalkmaar.nl

 

Fonte
(1) Articolo:
“The cervical myodural bridge, a review of literature and clinical implications”, Dennis E. Enix, Frank Scali, Matthew E. Pontell https://www.researchgate.net/publication/261322236_The_cervical_myodural_bridge_a_review_of_literature_and_clinical_implications
(2) Immagini:
Original anatomical artwork by Frank Scali, D.C., and Danny Quirk